Specie

                                                                                                                                                               LE SPECIE DEL GENERE Capsicum:

 

Il genere Capsicum L. fa parte della famiglia delle Solanaceae, (pomodoro, melanzana, patata, tabacco, ecc). E' originario del Sud America ma attualmente è coltivato in tutto il mondo. Il genere comprende circa 31 specie tra selvatiche e addomesticate. Le specie addomesticate sono 5 e sono tra le più utilizzate e conosciute.

 

 

Capsicum Annuum

 

Specie originaria dal Messico e centro America, questa specie è la più comune e coltivata, probabilmente per la sua facile adattabilità ai diversi climi. Inoltre, la semplicità di coltivazione e la limitata piccantezza la rende accessibile a tutti. Tra le sue varietà più famose troviamo i classici peperoni dolci, il Cayenna, il Jalapeno, il Serrano e il Poblano. I fiori di questa specie sono privi di macchie e generalmente di colore bianco, ma esistono varietà al suo interno con fiori dal colore interamente viola o bianchi bordati di viola. Alcune varietà ungheresi di questa specie, vengono utilizzate per la produzione della famosa Paprika.

 

 

 

Capsicum Baccatum

 

Specie originaria dalla Bolivia e Perù. In Sud America molte varietà di questa specie sono chiamate "Aji". Questa specie vanta delle varietà tra le più saporite, con una vasta gamma di colori, forme e sapori, che vanno dall’acidulo al dolce e fruttato. Sono infatti ampiamente utilizzate nella cucina peruviana e boliviana. Tra le sue varietà più famose troviamo l’Aji amarillo, l’Aji Pineapple, il Criolla Sella. I fiori di questa specie sono di colore bianco con macchie gialle o verdi. Il grado di piccantezza è medio.

 

 

Capsicum Chinense

 

Questa specie è originaria dall’Amazzonia ma attualmente è la principale specie coltivata nei Caraibi, Messico e nella zona a est delle Ande. All’interno di questa specie troviamo le varietà più piccanti in assoluto. Tra le sue varietà più famose troviamo l’Habanero, lo Scotch Bonnet, Trinidad Scorpion e 7 Pod. I fiori di questa specie sono generalmente bianchi o verdastri con le antere viola, in alcune varietà tuttavia i fiori sono bianchi con macchie viola all’esterno e/o all’interno della corolla.

 

Capsicum Frutescens

 

Specie originaria dal Messico e America Centrale. Cresce bene in tutte le regioni tropicali e subtropicali, infatti è una specie molto coltivata in Asia meridionale e Sud-est asiatico. Questa specie segue il Capsicum chinense per grado di piccantezza. Tra le sue varietà più famose troviamo il Tabasco, l’African Bird’s Eye o Piri Piri, il Malagueta. I fiori di questa specie sono bianchi o verdognoli con le antere viola. Alcune particolarità nei fiori del frutescens sono: la punta dei petali arrotolata all’indietro, e l’angolo acuto formato all'estremità del peduncolo che si raddrizzerà dopo l’allegagione del fiore portando i frutti in posizione eretta.

 

 

Capsicum Pubescens

 

Specie originaria dalle pendici delle Ande peruviane. Coltivata dagli Incas per migliaia di anni, questa specie montana si differenzia maggiormente dalle altre per la sua pubescenza (pelosità), i fiori sono viola e i semi neri. Esiste qualche rara varietà come il Rocoto San Isidro e Sukanya, con i fiori quasi bianchi. Ha inoltre la particolarità di non essere incrociabile con nessun’altra specie domestica. Tra le sue varietà più famose troviamo il Rocoto, in Bolivia è chiamato Locoto, e Manzano in Messico per la sua forma somigliante ad una mela.

 

 

Specie selvatiche

 

Specie della zona andina e di altre zone centrali del Sud America:

 

  • Capsicum chacoense (sinonimo di C.exile) - Argentina settentrionale, Bolivia, Paraguay
  • Capsicum cardenasii (ulupica) – Bolivia
  • Capsicum eximium - Argentina settentrionale, Bolivia
  • Capsicum tovarii – Perù 
  • Capsicum galapagoense - Ecuador
  • Capsicum coccineum - Bolivia, Perù 
  • Capsicum dimorphum - Colombia
  • Capsicum geminifolium - Colombia, Ecuador
  • Capsicum hookerianum - Ecuador
  • Capsicum scolnikianum – Perù 
  • Capsicum caballeroi – Bolivia
  • Capsicum ceratocalyx - Bolivia

 

Specie del sud-est del Brasile

 

  • Capsicum buforum
  • Capsicum praetermissum 
  • Capsicum flexuosum 
  • Capsicum campylopodium
  • Capsicum cornutum, sinonimo di C.dusenii
  • Capsicum mirabile 
  • Capsicum schottianum
  • Capsicum villosum 
  • Capsicum recurvatum
  • Capsicum hunzikerianum 
  • Capsicum pereirae
  • Capsicum friburgense

 

 

 

Varietà

 

Un pizzico di fuoco che riscalda ogni piatto, sapori e profumi che mettono allegria. È per questo che noi amiamo i peperoncini piccanti. Il peperoncino è un alimento molto salutare che dovremmo inserire più spesso nella nostra dieta. Ricco di vitamine e antiossidanti, ha la curiosa proprietà di bruciare i grassi, oltre che la lingua, soprattutto con i peperoncini di cui parleremo fra poco: “i più piccanti del mondo”. Il peperone ”Capsicum” è una pianta annuale e può vivere bene per diverso tempo in capienti vasi di diametro non inferiore ai 40 cm. Il peperoncino piccante è un alimento impiegato per diversi usi fin dai tempi antichissimi. Si dice che il suo nome derivi dal greco “kapto” che significa “mordere”, con evidente riferimento al piccante che morde la lingua quando si mangia. La coltivazione del peperoncino si è diffusa in tutto il mondo. Sapete come? Grazie ai volatili. Questi, attirati dagli splendidi colori variopinti delle bacche dei peperoncini, li consumano tranquillamente e, digerendo, distribuiscono i semi in giro per il mondo. Questo perché Madre Natura li ha dotati della più completa insensibilità alla capsaicina, la sostanza che rende piccanti i peperoncini! La pianta è una Solanacea”, ed è originaria dell’America Centrale, questo ci fa capire quale tipo di coltivazione adottare.

 

Dai peperoni primitivi ad oggi, 5 sono le specie più coltivate:

  • Capsicum annuum, il peperone dolce italiano il più coltivato al mondo;
  • Capsicum baccatum, tipico di Bolivia e Perù è di piccantezza media;
  • Capsicum chinense, i peperoncini più piccanti al mondo;
  • Capsicum frutescens, subito dopo i chinense per piccantezza;
  • Capsicum pubescens, l’albero del peperone, più resistente al freddo.

Più il frutto è ricco di capsaicina più è piccante e brucia; la placenta, i filamenti e gli stessi semi sono le parti più piccanti. Il peperoncino regala sapore ai cibi e si usa anche nelle cure di bellezza. Le sue proprietà curative sono state a lungo studiate e oggi si può affermare che, in giuste dosi, il peperoncino deve far parte della dieta delle persone. Il peperoncino ha proprietà antiossidanti e aiuta a combattere i danni provocati dall’invecchiamento di cellule e tessuti. Contiene numerose vitamine e sali minerali che stimolano la produzione di succhi gastrici e favoriscono la digestione. Inoltre, la capsaicina, migliora la circolazione del sangue alleviando dolori e infiammazioni.

 


Capsicum Annuum

 

È la specie con il maggior numero di varietà e la maggior variabilità di forme, colori e dimensioni.È coltivata in tutto il mondo e include il peperone dolce e tutte le varietà coltivate comunemente nel sud Italia. Fiori bianchi o viola con antere viola sono la caratteristica distintiva. La piccantezza è media o scarsa, a volte assente.

ANNUUM

Cliccando sulla dicitura ANNUUM verrete indirizzati alla sezione interna con tutte le varietà.


Capsicum Frutescens

 

La specie comprende varietà di piccantezza medio-alta, spesso con frutti eretti sugosi che si staccano facilmente dal picciolo a maturazione. Le foglie sono piccole e i fiori verdognoli o bianchi. Tipici rappresentanti sono il Tabasco (da cui si ottiene la nota salsa) e il Malagueta.

 

FRUTESCENS

Cliccando sulla dicitura FRUTESCENS verrete indirizzati alla sezione interna con tutte le varietà.


Capsicum Baccatum

 

Comprende le varietà più piccanti. Foglie grandi carnose e fiori piccoli verdognoli sono le caratteristiche salienti. Tipico rappresentante è l’habanero, originario della penisola dello Yucatan in Messico.

 

 

 

BACCATUM

Cliccando sulla dicitura BACCATUM verrete indirizzati alla sezione interna con tutte le varietà


Capsicum Pubescens

 

È la specie con la minore variabilità, in qualche modo isolata dalle altre, coltivata e spontanea sulle Ande. Sono piante spesso imponenti con foglie pelose. I frutti sono grossi e carnosi. I fiori viola e i semi neri rendono le varietà di questa specie facilmente riconoscibili. Tipico rappresentante è il Rocoto.

PUBESCENS

Cliccando sulla dicitura PUBESCENS verrete indirizzati alla sezione interna con tutte le varietà.


Capsicum Chinense

 

Comprende varietà con frutti di media piccantezza e molto carnosi; è coltivata prevalentemente in sud America, dove le varietà sono note come Aji. I fiori sono caratterizzati da corolla bianca con macchie gialle o verdi. Sono spesso piante imponenti.

 

 

CHINENSE

Cliccando sulla dicitura CHINENSE verrete indirizzati alla sezione interna con tutte le varietà.